Tag

colazione

Browsing

I migliori ristoranti di Milano – Glutenfree

Facendo mente locali di ristoranti e pasticcerie glutenfree a Milano mi sono resa conto che effettivamente ceno o pranzo spesso fuori.

Sono celiaca da circa 15 anni e ormai mi destreggio molto bene con ristoranti, ristoratori e ingredienti.

Capisco bene che chi si trova a dover affrontare all’improvviso questo mondo e questa intolleranza si trova spesso spiazzato o peggio pensa di non poter più uscire a cena tranquillo. Beh vi sbagliate! Dovete solo abituarvi, informarvi e anche pretendere!

A Milano ad esempio potete trovare un’ampia scelta, qui vi farò un elenco di alcuni ristoranti, locali e pasticcerie testati dalla sottoscritta.

 

Panetterie-pasticcerie

  • Glufree Bakery: viale Gian Galeazzo 6 e via Curtatone.  Qui trovate tutto, dal pane alla rosticceria ai dolci, rigorosamente senza glutine con una vasta scelta di prodotti anche senza lattosio. Potete anche sedervi e mangiare direttamente lì.

 

  • PanPerMe gluten free Bakery: viale Monte nero 57,  offre prodotti dolci e salati, utilizzando farine diverse, ovviamente tutte senza glutine. Il locale è molto carino e mentre fai colazione puoi dondolarti su una bellissima altalena.

 

Ristoranti Italiani

  • Cantina Piemontese: via Laghetto 2, Atmosfera anni 30, con prezzi medio alti, cucina tradizionale e ottimo vino. Per il senza glutine, quando prenotate, dovete informarli.
  • 23 Risotti\Trattoria Casa Fontana: piazza Carbonari 5, forse uno dei miei preferiti, tipicamente milanese, trovate accostamenti di ingredienti che mai pensereste di poter abbinare. La specialità del ristorante è il risotto e ne trovate di diversi tipi divisi per categoria: piccanti, alla frutta, delicati e saporiti.

 

  • Trattoria da Abele: via Temperanza 5, sono andata per il mio compleanno e ovviamente ho adorato il posto, anche qui milanese, ed è una vera trattoria. Il menù cambia tutte le sere e presenta sempre tre diversi risotti, uno a base di carne, uno a base di pesce e uno a base di verdura. Fra i secondi ci sono sempre una carne bianca, una carne rossa, un piatto di selvaggina, un piatto di pesce, una trippa e un baccalà. Ricordatelo sempre nella prenotazione della vostra allergia, ma io non ho avuto alcun tipo di problema, anzi sono stati molto gentili ed erano molto preparati.

 

  • Taverna Guyot: via Arnaldo da Brescia 3, mi piace tantissimo il locale, si mangia benissimo, i prezzi sono medio alti, ma per la qualità del cibo secondo me sono proporzionati. Assaggiate assolutamente il tagliere di degustazione con formaggi e salumi, accompagnati da marmellatine che vi faranno impazzire. Qui c’è un menù a parte senza glutine e vi coccoleranno per questo (non scherzo).
  • Puglia Bakery e Bistrot: via Oldofredi 25. Ha appena aperto e tutto il menù è senza glutine, è un posto piccolo, ma super accogliente, se siete in tanti, i tempi di attesa potrebbero risultarvi lunghi, ma il cuoco è uno e la cameriera pure, quindi diciamo che sono giustificati. Assaggiate la pizza, è un impasto innovativo e secondo me è la pizza senza glutine più buona che abbia mai mangiato.
  • Capra e Cavoli: via Pastrengo 18. Cucina anche vegana e vegetariana. Posto molto carino, personale disponibile e ovviamente ampia scelta per il senza glutine. Io sono andata di sabato e c’era il brunch con buffet libero, mi è piaciuto tantissimo ed è molto abbondante.

  • Potafiori: via Salasco 17, musica e fiori e i miei occhi a cuore. Se avete un anniversario o volete portare la vostra mamma a cena fuori, andate qui. E’ meraviglioso e si mangia anche bene. Potete far colazione, pranzare o cenare, ma io consiglio cena. La cucina è abbastanza tradizionale ma con abbinamenti innovativi.

  • Ghea: via Valenza 5. Ristorante vegetariano, toglietevi dalla testa tutti gli stereotipi del non si mangia niente in questi ristoranti, esco e ho ancora fame ecc. è un ristorante che rivede la cucina tradizionale in chiave sostenibile e nel rispetto della natura. Utilizzano ingredienti biologici e alla sera per accompagnare la cena ci sono infusi che valgono la pena di essere assaggiati.

  • Isa e Vane: temporaneamente è chiuso per rinnovo locale. Ma quando Abi mi vuole portare in un posto per tirarmi su il morale andiamo qui. Come dice lui è molto Giuliesco 🙂 il brunch è molto buono è sia dolce che salato e i centrifugati pure. Cucina tradizionale con rivisitazioni innovative.

Ristoranti Internazionali

  • Tara: via Domenico Cirillo 16. Ristorante indiano e  con ampia scelta senza glutine. La scelta del menu è ricca e le portate arrivano al tavolo servite da camerieri in abiti tradizionali, con musica d’atmosfera in sottofondo.
  • Ta-hua: via Fara 15. Ristorante autentico e tradizionale di Hong Kong a Milano. Fondato 40 anni fa dal Sig. Shou e da sua moglie Sucin di Hong Kong e attualmente gestito dai loro figli.
  • Bomaki: va abbastanza di moda, ma effettivamente è anche molto buono. Ce ne sono tre a Milano: uno in via Raffaello Sanzio 24, uno via Largo la Foppa 1 e in corso Sempione 10. Descrizione che hanno sul sito: innovativa proposta di una food&drink experience nipponica accostata ai profumi e ai colori brasiliani, in un’atmosfera easy-chic. A Milano vanno molto queste descrizioni ahahaha. Diciamo che è un sushi rivisto con ingredienti prettamente brasiliani. Molto bello il locale, prenotate anche con giorni di anticipo e soprattutto assaggiate i cocktail. Il glutenfree è segnalato sul menù.
  • Mexicali: è una catena di ristoranti messicani. A Milano lo trovate in viale Bligny o in viale Ortles o via Valtellina. Non posso far paragoni con altri ristoranti che propongono questo tipo di cucina, ma per quanto io non apprezzi particolarmente piatti di carne, ammetto che le tortillas (di mais per i celiaci) sono molto buone.
  • Shambala Milano: via Ripamonti 337. sono stata qui per il compleanno di Abi. Locale bellissimo, cucina sud est asiatica (Thailandese e Vietnamita), interpretata in modo esclusivo, piatti unici di carne, pesce e verdure. Per il senza glutine dovete chiedere al cameriere, perché sul menù non è segnalato. Ma anche qui c’è un’ampia scelta 🙂 il pad thai è buonissimo.

Questi sono alcuni che ho testato ma la lista è ancora lunga, prossimamente la aggiornerò ulteriormente!

Saluti anche da Nino con la mia fascia in testa 🙂

Istantanee di Dicembre

Primo Gennaio e data la nottata impegnativa pubblico un riassunto fotografico del mio mese passato 🙂

BUON PRIMO DELL’ANNO!

 

Mattinate a casa dei nonni

 

Colazioni Giuliesche per ingranare la giornata

 

Cattedrale vegetale Lodi

 

Non toccare giulia-proprietà ninesca

 

Angoli di casa

 

Ossessione per vasi e bicchieri

 

tate più orecchie a sventola

 

Il mio primo avocado toast+viaggio a israele

 

shambala Milano-compleanno Abi-sorrisoni

 

Tazze da egocentrica

 

Mirtillo e la lotta per i fiocchi di natale

 

compleannini

 

lucine e gatto mannaro
regaliniii

 

amichette

 

passeggiando
io, angoscia, vento e capelli lunghi

 

montagne russe

 

E infine una foto intelligente

Viaggio a Londra: colazione, pranzo e cena

Chi mi conosce un pochino lo sa, Londra per me è stata la città Cambiamento.

Tre anni fa, dopo una relazione sbagliata e un percorso universitario che non ha rispettato le mie aspettative, due amiche molto molto speciali, nell’ennesima chiamata skype mi hanno chiesto: perché non vieni qui da noi?

Da qui inizia il mio amore per questa città: grande, multietnica e stimolante. Si perché queste sono le caratteristiche che solitamente mi fanno amare una città.

In questo post riassumo i luoghi del cuore in cui potete cibarvi allegramente e cicciosamente.

Dove posso fare colazione?

  • Cereal killer cafè: posto meraviglioso, entri e ritorni alla tua infanzia, fatta di cereali colorati, mini pony e spice girls, il tutto accompagnato da colonne sonore che ti fanno ballare e ricordare momenti imbarazzanti della tua adolescenza.

Lo trovi o a Camden town (io sono stata in questo, proprio di fianco al Camden market) oppure a Bricklane.

In questo luogo pazzo componi tu la tua ciotola di latte scegliendo tra oltre 100 tipi di cereali e 20 tipi di latte, aggiungendoci se vuoi degli extra, quali frutta, scaglie di cioccolato e marshmallow.

Essendo io celiaca avevo una scelta limitata, ma non per questo poco soddisfacente…anzi! Ero talmente piena di zucchero che barcollavo.

 

  • 26 Grains: Io sono stata in quello a Covent garden. Utilizzano qualsiasi tipo di cereale. Solo una cosa mi ha leggermente inquietata, ma sono io che sono strana, le ragazze che lavorano in questo locale sembrano fatte con lo stampino, biondine, piccoline con code alternative.

La ragazza mi ha spiegato che solitamente hanno delle alternative glutenfree, come il porridge. Ovviamente quando ci sono andata io era terminato, UNA GRANDE pernacchia per me. Ma sono state molto carine e mi hanno preparato un intruglio magico (buonissimo) con frutta, cereali gluten free e semini vari. Ovviamente quel fortunello di Abi si è potuto godere il suo porridge e ad ogni cucchiaiata urlare con gioia e felicità la bontà di questo. Ah potete anche pranzare o cenare!

Dove posso pranzare?

  • Assolutamente da provare sono gli street food che trovate al Camden market. Qui offrono tantissime alternative senza glutine, leggete le lavagnette che ci sono attaccate allo stand. Io qui ho mangiato allo stand colombiano Maize Blaze.

E al Louisiana Chilli shack, avevo fame ok?

  • Non potete non andare al The breakfast club. Potete fare colazione, pranzare, cenare o bervi una cioccolata con marshmallow. Sono sparsi per tutta Londra e potete dare la caccia a quello con la carta da parati più bella, occhi a cuoricino.

L’avocado, le uova, i toast e i pancakes vanno per la maggiore. Per l’alternativa glutenfree rivolgetevi al personale, sono molto carini e vi diranno esattamente quali piatti poter prendere. Grandi sorrisoni per i camerieri 😀

  • Leon: è un fast food, che ha ben poco in comune con quelli più famosi. Menù quasi interamente glutenfree e con mille scelte vegetariane. Viene dato tutto in lunch box, molto pratici. Io sono stata a quello accanto alla Tate gallery.

Dove posso cenare?

  • Assolutamente da Burger & Lobster.  E’ molto come dire wild, non va bene se sei vegetariano. Però scusate, ma si mangia molto bene, con dei bavaglioni enormi. Io sono stata in quello di Soho. Si mangia ovviamente aragosta, in qualsiasi modo, dentro al panino, accompagnata da patatine fritte, insomma in qualsiasi modo voi la vogliate.
  • Dishroom: buonissimi i cocktail e il curry con pollo. Tantissime alternative glutenfree e il posto è super accogliente e molto londinese. Lo trovate o a Shoreditch (una delle mie zone preferite di Londra) oppure a Covent garden o King’s cross.